Tutoring

Photo by Sincerely Media on Unsplash

Il tutoring è una professione legata al supporto dei ragazzi nello studio.

Io mi occupo di tutoring da diverso tempo, principalmente con bambini e ragazzi con diagnosi di disturbo di apprendimento.

L’obiettivo che mi pongo è arrivare alla maggiore autonomia possibile.
Le tecniche che uso provengono sia dalle mie conoscenze sul funzionamento cognitivo (principalmente memoria e attenzione), sia da corsi per l’intervento specifico per bambini/ragazzi con disturbo di apprendimento.
C’è anche un altro aspetto, secondo me fondamentale, che caratterizza il mio approccio in questo lavoro: io amo studiare, è forse il mio hobby principale e cerco di trasmettere questa passione anche ai ragazzi con cui studio.

Fare la tutor per il ragazzi con disturbo di apprendimento è una sfida continua con se stessi: non si tratta solo di spiegare concetti e materie, ma di cercare il modo migliore per semplificare, incuriosire, far sentire i ragazzi padroni del loro apprendimento.
Adoro, per questo, usare metafore e giochi ed è una parte di me che riporto anche nella pratica clinica.

Photo by Joanna Kosinska on Unsplash

Per quanto riguarda l’intervento pratico del tutoring, le parti importanti sono due:

  • potenziamento delle competenze in possesso
  • studio di tecniche compensative personalizzate

Per me è fondamentale che i ragazzi imparino a muoversi da soli nel mondo dell’apprendimento e questa meta può essere raggiunta imparando a sperimentare sé stessi con ogni materia, e conoscendo anche le proprie capacità metacognitive: quali strategie possono aiutare proprio me a studiare meglio?
Come posso renderle mie riuscendo a metterle in atto da solo?

Attraverso l’aiuto di un tutor qualificato, è possibile dare una risposta a queste domande e accrescere le proprie potenzialità.

Per maggiori informazioni:

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: