Chi sono

Mi chiamo Nives Antonelli, sono nata a Roma nel 1990 e sono una psicologa clinica ed un’educatrice.

Mi sono laureata nel 2014 all’Università Roma Tre come Educatrice, con 110 e lode, con una tesi sulla Teoria dell’Attaccamento intitolata: “Sentirsi amati per amarsi: l’attaccamento come presupposto per lo sviluppo di una personalità autonoma”.
La Teoria dell’Attaccamento è stato per me il primo contatto con il mondo della psicologia; una teoria pratica, scientificamente provata e ancora studiata, che testimonia il legame che c’è tra il passato e il presente in ciascuno di noi. Si basa su fatti ed episodi reali, portando il paziente a ricordare le sue relazioni primarie per poter capire in che modo siano stati influenzati i personali modelli cognitivi riguardanti se stesso e gli altri.

Lo studio della suddetta teoria mi ha affascinato così tanto da decretare il passo successivo della mia formazione: la specializzazione in Psicologia Clinica.
Dopo essermi laureata come educatrice, difatti, ho sostenuto in un anno gli esami del programma della triennale di psicologia per potermi iscrivere, nel 2015, alla specialistica di Psicologia Clinica all’Università La Sapienza, laureandomi poi, nel 2017 con 110 e lode con una tesi sull’intelligenza emotiva.

L’intelligenza emotiva è stato un altro importante concetto che ha portato la mia formazione a passare dalle radici del passato, alle risorse del futuro: se la Teoria dell’Attaccamento, infatti, mi ha permesso di studiare e comprendere al meglio lo sviluppo dei pensieri riguardanti sé e il rapporto con gli altri, l’intelligenza emotiva si è configurata come una risorsa da accrescere per poter migliorare il rapporto con le proprie emozioni, migliorando così le modalità con cui relazionarsi.

Durante gli studi, oltre all’approfondimento teorico, ho avuto modo di effettuare diverse esperienze pratiche: ho partecipato alla standardizzazione del test cognitivo e di sviluppo IDS-II e allo studio dell’attendibilità attraverso la somministrazione dei test cognitivi Wais IV e Wisc IV.

Ho avuto modo di sperimentare il tirocinio in diversi ambiti come: asilo nido, casa famiglia per minori, centro diurno per adulti con disabilità e reparto di Neuropsichiatria Infantile dell’Asl.
In ogni ambito è stato per me possibile sperimentare situazioni molto diverse tra loro, avere a che fare con esigenze sempre nuove, sia nell’ambito psicologico che di quello della vita quotidiana, permettendomi di conoscere me stessa come educatrice e psicologa in relazione agli altri.

Da 3 anni circa mi occupo anche di tutoring per ragazzi con difficoltà nello studio (ad esempio disturbi di apprendimento, disturbi emotivo/relazionali, problemi di attenzione e concentrazione…). Lo scopo ultimo del mio lavoro è quello di unire le competenze teoriche in formazione e psicologia per dare vita ad un metodo di studio che sia il più vicino possibile all’allievo.
Imparare ad imparare resta, secondo me, un interessante modo di conoscere se stessi e il mondo e un divertente modo di adoperare la scienza psicologica e quella della formazione dimostrando, ancora una volta, quanto le speculazioni psicologiche, apparentemente così lontane dal nostro vivere quotidiano, possano in realtà essere applicate concretamente per ottenere ottimi risultati in ambiti molto diversi tra loro.

La mia personale attitudine e passione per lo studio fanno sì che anche la mia formazione continui ancora!
Attualmente sono iscritta al 2° anno della scuola di specializzazione Training School per diventare psicoterapeuta.
La scuola che frequento è ad orientamento cognitivo-comportamentale integrato con l’orientamento sistemico relazionale e…indovinate un po’?

E’ estremamente incentrata sulla Teoria dell’Attaccamento!